Sostienimi

Sostienimi

Sostieni la mia attività artistica

Creo storie a fumetti
e le condivido su internet

Racconto a fumetti storie di persone comuni

Vedo nel fumetto un linguaggio potente, tanto quanto il cinema e la letteratura. 

Come autore ciò che più mi dà gioia è riuscire a dare una forma a dei personaggi. Spesso li sento come già scritti, e quando li disegno scopro anche i loro volti come già tracciati nei segni. Mano a mano che appaiono e agiscono prendono sempre più forma, e attraverso l’accumularsi di disegni i personaggi diventano vivi.

Raccolgo storie di persone, leggendole fra le righe di ciò che vedo e incontro nella mia vita di ogni giorno, e le racconto cercando di pormi unicamente come voce narrante di altri.

In particolare mi interessano le vite degli altri. Sherwood Anderson in Racconti dell’Ohio ha dedicato una ventina di racconti ad altrettanti personaggi. La scrittura di ogni racconto vedeva un paio di pagine dedicate alla vita di ogni personaggio per poi, come con una lente di ingrandimento, andare a raccontare un evento, un dettaglio, un particolare  momento della sua vita.  Questo è quello che cerco di fare con i miei fumetti, riuscire a cogliere e rappresentare il bagliore di luce (di consapevolezza) che splende in particolari momenti della vita, indipendentemente che siano momenti di gioia, di disperazione, di passaggio, o momenti qualunque. 

 

Vedo il fumetto come un linguaggio unico nella possibilità di sintesi

Vedo il fumetto come un medium unico nella sintesi, che rende possibile tratteggiare dettagli rappresentativi di un tutto, di una vita intera, in pochissimi immagini. 

Credo che l’ellissi sia la forma base del fumetto. Cancellando la continuità fra momenti e azioni, mostra i singoli momenti di ogni storia come congelati e semplicemente affiancati. Ogni immagine di una storia a fumetti ha una sua dimensione di esistenza anche al di fuori della narrazione. In un fumetto come nella vita la continuità e la somiglianza sono dati alle cose per via della loro vicinanza, ma in una visione fenomenologica dell’esistenza i momenti della vita non sono connessi da legami di causa ed effetto, e le istanze costitutive di ogni momento potrebbero generare qualcosa di imprevedibile, nonostante ciò che quelle stesse istanze avevano causato in altre occasioni. La vita, vista così, è molto simile ad un fumetto. 

Ti chiedo di sostenermi nella realizzazione di quei fumetti che intendo come ricerca artistica

Essere un autore di fumetti dà una forma alla mia vita. Lo faccio per costituzione, per amore del linguaggio, perché mi piace dare un volto a dei personaggi e vedere che prendono vita.

Il mio percorso è fatto di idee che seguo e sviluppo in maniera primitiva, pagina per pagina, disegno per disegno, spesso senza sapere se arriverò da qualche parte in questo processo.

Ti chiedo di sostenermi nella realizzazione di quei fumetti che nel mio percorso intendo come ricerca artistica. Quelle opere che non corrispondono a dei format di mercato editoriale, quei libri, albi, strisce a fumetti che non troveranno spazio in un mercato perché non hanno forme e contenuti fatti per quel sistema. 

Grazie a persone come te posso continuare a rendere pubbliche queste storie a fumetti

Grazie a persone come te posso continuare a rendere pubbliche queste storie a fumetti. Per costituzione non mi toglierò mai il piacere di realizzarle, ma la pubblicazione necessità di altri strumenti, tempo, energie. 

Credo che il mio sistema attualmente sia onesto. Puoi leggere tutto quello che faccio. Magari in un formato imperfetto, ma godibile, chiaro e legale. Lo faccio perché è una necessità personale che i miei fumetti siano letti, ma sta a te decidere se vuoi di più, e quanto vale questo di più. Se vuoi i cartacei, se vuoi che io riesca a fare più fumetti e che possa dedicarci più tempo di quanto faccio attualmente. Non ti metto in scacco e non ti voglio far sentire in debito. I miei fumetti sono lì perché voglio che sia così, e ci saranno anche se non vorrai. Non devi pagarmi perché “altrimenti dovrò smettere di fare fumetti”. Continuerò comunque a farli, perché non è un lavoro, che si svolge solo se retribuiti. Non sono qui a chiederti niente.

Ho deciso di accettare delle donazioni per accorciare le distanze tra l'idea di una storia e una storia pubblicata

Ho deciso di accettare le donazioni perché trasformare l’idea di una storia in una storia pubblicata passa spesso attraverso degli strumenti, che si acquistano col denaro. Se qualcuno che apprezza i miei fumetti mi regalasse un blocco di ottima carta da acquerello lo apprezzerei. Qualcuno che decide di donarmi dei soldi lo trovo altrettanto apprezzabile, perché mi fornisce uno strumento per realizzare le mie idee. Ci sono tante mansioni necessarie a realizzare questo processo che richiedono tempo, e il tempo è limitato nella vita di ognuno. 

Non mi sentirò comunque in debito con nessuno che deciderà di darmi dei soldi. Credo che chi dona lo fa a fronte di qualcosa che ha già avuto, e ritiene che quella cosa abbia un valore. Al tempo stesso credo che per queste persone non ci sia di meglio che poter trovare altre opere che gli diano quel qualcosa, anche se pure per questo non posso dare alcuna garanzia.

Per permetterti di donare ho pensato di mettere in campo alcune possibilità, fra cui puoi scegliere, per venire incontro alle tue disponibilità.

Ecco come puoi donare

Sostenitore web

Donazione libera

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 10,00€

Seratina al cinese

Sostenitore paper

49,00
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 49,00€

Con questa donazione riceverai uno di questi tre fumetti a tua scelta.

1. Tre sogni 

2. Non ci tocchiamo mai veramente

3. San Donato

Sostenitore monthly

4,00
Monthly for 12 months
Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: 4,00€ Monthly for 12 months

Sostienimi donandomi piccole cifre con cadenza mensile. Con questa donazione riceverai inoltre un fumetto a scelta tra Tre sogni, Non ci tocchiamo mai veramente e San Donato.